ENNESIME MIGLIORI RECENSIONI 2018

Nei primi mesi del 2018, i tutor dell’Ennesimo Film Festival (Elena, Federico, Greta e Mirco) hanno tenuto il corso di educazione all’immagine nelle scuole medie di 4 comuni del nostro comprensorio. Oltre alle scuole del comune di Fiorano Modenese, l’edizione 2018 del corso Non è l’Ennesima Giornata di Scuola ha visto coinvolto anche alcune classi delle scuole di Sassuolo, Maranello e Scandiano.
Come per la prima edizione, anche quest’anno abbiamo seguito i ragazzi in un percorso che li ha portati a redigere una recensione per partecipare al concorso per l‘Ennesimo Premio alla Miglior Recensione.


Con che risultati? Guardiamoli insieme, ecco i testi che sono stati premiati!

Le recensioni premiate per le scuole
del Comune di Fiorano Modenese

MRS MCCUTCHEON
Recensione a cura di Luca Andreoli III A
Scuola Secondaria G. Leopardi

 

Perché discriminare la filosofia e il modo di vivere di un ragazzino?

Una ragazza dentro, ma un maschio di fuori che riesce a superare i pregiudizi altrui. Vittima anche di bullismo per il suo eccentrico stile, riesce a vedere un lume di luce negli occhi di Trevor, un ragazzo piccolo ma molto maturo che la ama per quello che è veramente, senza avere pretese di cambiarla, a differenza del bullo e del preside ottuso.

Ognuno ha una propria pelle della quale andare fiero e da difendere.

Le riprese del regista John Sheedy sono azzeccate: inizialmente la stranezza di Tom appare attraverso gli occhi degli altri, poi il regista passa ai primi piani degli occhi di Tom facendone emergere la battaglia interiore. Il gioco di luci e ombre è suggestivo.

EMILY MUST WAIT
Recensione a cura di Rossella Pugliese IIIA
Scuola Secondaria G. Leopardi

 

Emily must wait è un cortometraggio di Christian Wittmoser dove una ragazza forte e indipendente è costretta a vivere in pochi  metri quadri a causa della guerra, con la speranza che il grande amore arrivi in tempo.

Il regista rappresenta l’orrore della guerra, ma soprattutto la sofferenza e il coraggio di chi la vive. Le riprese dall’alto fanno apparire il cortometraggio caotico ma allo stesso tempo più emozionante, mentre le luci e la colonna sonora rendono la scena più reale, riuscendo a farti mettere nei panni della protagonista.

Un cortometraggio particolare ma dal significato profondo riuscirà a colpire i vostri cuori, catapultandovi in un mondo oggi non molto lontano.

MRS MCCUTCHEON
Recensione a cura di Alessandra Gualmini III C
Istituto Comprensivo F. Bursi

 

Sicuramente i problemi che un ragazzino può riscontrare nel corso della sua vita possono essere innumerevoli.
Ma se il problema fosse essere nato nel corpo sbagliato?

Tom è un ragazzino di 10 anni che è costretto a cambiare scuola per la terza volta a causa di questo problema.
Tuttavia, un’amicizia potrebbe cambiare ogni cosa, persino il punto di vista dei suoi compagni.

Un cortometraggio dal significato profondo che fa riflettere, ma soprattutto suscita migliaia di interrogativi a cui rispondere potrebbe essere davvero difficoltoso. Particolari curati e scenografia dettagliata che coinvolge nella scena come se si fosse a fianco dei personaggi e quasi si potesse comunicare con loro.
Un meritato nove per il messaggio che riesce a trasmettere nonostante sia un argomento delicato e per il finale inaspettato ma azzeccato pienamente.

Le recensioni premiate per le scuole del Comune di Maranello

EMILY MUST WAIT
Recensione a cura di Mielnik Wiktoria IIID
Istituto Comprensivo Ferrari

 

Non sento più niente, tranne che dolore, mancanza, sento urla, grida e pianti. Mi sento di morire da dentro. Sento le bombe scoppiare e il mio cuore aumenta il battito, sempre più forte. La mia mente è completamente vuota, nessun pensiero, nessuna speranza di sopravvivere. Io e le mie pareti: ecco cosa rimane. 

Il cortometraggio mi è piaciuto molto, è drammatico ma secondo me anche romantico e molto commovente.

Lo consiglio a tutti. Voto 9+

TELEPHONE 
Recensione a cura di Silvia Giovanardi III G
Istituto Comprensivo Ferrari

 

Un prigioniero ruba un telefono.


Il prigioniero numero 1792. 1792, le volte in cui prova a pronunciare qualche parola in spagnolo.

1792, le volte in cui chiamerà un’agenzia di viaggi con cui sognerà di fare un’escursione in Brasile.

Classica commedia, trama molto coinvolgente e originale.

7 PLANETS
Recensione a cura di Arianna Boni IIID
Istituto Comprensivo Ferrari

 

Una donna che coltiva un sogno fin da quando era bambina e da adulta lo vede realizzarsi.

 

La cosa bella? Nessuno l’ha mai aiutata. È bella perché con le sue piccole grandi mani ce l’ha fatta, ci ha creduto fino in fondo, ma soprattutto ha creduto in se stessa.

 

I sogni. È di questo che siamo fatti, di sogni, di pensieri e di progetti. Devi credere nei tuoi sogni e portarli avanti, provare a realizzarli e devi crederci. Non ti deve importare ciò che pensano gli altri. Se ti rende felice, fallo. Loro sono i nostri punti di riferimento, a volte illudono, altre volte danno speranza. Sono una via di fuga, creano un mondo tutto nostro dove possiamo essere noi stessi a fare ciò che ci rende felice senza essere giudicati. Mai sottovalutarsi, siamo molto di più di ciò che crediamo, diamoci la possibilità di dimostrarcelo.

 

I sogni vanno realizzati, o meglio, si deve provare a realizzarli. La vita è un rischio e per vivere bisogna rischiare, ma la cosa più importante è che la vita è una e bisogna provarci per non avere il rimpianto di non averci provato, provarci. Pensiamo positivo. Ce la possiamo fare, dimostriamocelo.

Le recensioni premiate per le scuole del Comune di Sassuolo

MRS MCCUTCHEON
Recensione a cura di Nour Mouzahir

 

Fantastico il cortometraggio diretto da J. Sheedy, Mrs. McCutcheon. Uno dei pochi lavori cinematografici in cui tutti gli elementi convergono per dare una morale e un’esperienza di visione allo spettatore, che vale la pena di rivedere.
“Si può nascere nel corpo sbagliato?”.  Questa sarà la domanda che accompagnerà Tom, un bambino di 10 anni, lungo tutto lo svolgimento del cortometraggio. Dopo aver cambiato per la terza volta la sua scuola,

perché non riesce ad inserirsi tra i compagni, riuscirà a trovare risposta alla sua domanda?

Questo corto è stato di mio gradimento perché è riuscito a tenere costante la mia attenzione. Inoltre, mi ha colpito il modo in cui è stato trattato un argomento così delicato, come potrebbe essere la transessualità.
Penso sia stata un’ottima trovata avere come protagonisti due semplici bambini, i quali sono riusciti a trasmettere attraverso la loro innocenza un messaggio di tolleranza, regalando agli spettatori una miriade di profonde emozioni.
Voto 10

7 PLANETS
Recensione a cura di Lucia Guazzi IIIF
Istituto Comprensivo F.Ruini

 

La protagonista, una ragazza che non si arrende facilmente, che crede in quello che da, sogna fin da piccola di lasciare la terra per raggiungere un altro pianeta; per tutta la sua vita farà di tutto pur di realizzare il suo sogno: riuscirà nel suo intento?

Breve ma intenso. In 6 minuti sono racchiusi diversi concetti molto profondi che mi hanno colpita, tra cui quello che spicca di più, ovvero il credere nei propri sogni nonostante le difficoltà: la protagonista, nonostante il tempo e gli imprevisti, continua nel suo intento. Il suo personaggio, il fatto che lei voglia lasciare la terra, scappare, mi ha in qualche modo coinvolto, come se in lei mi ci ritrovassi, proprio questo mi è piaciuto molto.

Il cortometraggio è costruito bene e la regia è, per me, di ottimo livello, le scene sono chiare, ambientazioni adeguate al contesto e riprese molto dettagliate. In generale il mio voto è 10 su 10.

SECOND TO NONE 
Recensione a cura di Enrica Bellini IIIA
Istituto Comprensivo L. Da Vinci

 

Questo simpatico cortometraggio di Vincent Gallagher, racconta la storia dei gemelli Butterfield. Dopo aver compiuto 110 anni ed esser diventati i più anziati della Terra, Herman, il maggiore, verrà premiato. Stanco, dopo aver passato la vita ad arrivare secondo, il burbero fratello Frederick capirà che c’è un solo modo per avere quella coppa tanto bramata: togliere di mezzo il fratello. Così, incomincerà un piano ricco di esilaranti colpi di scena. Eppure Frederick non è il solo a desiderare la coppa…
Una commedia adatta a piccoli e grandi, dove l’ambizione oscurerà ogni buon senso. Mi è piaciuta per la sua genuinità e simpatia.

Le recensioni premiate per le scuole del Comune di Scandiano

TELEPHONE
Recensione a cura di Oscar Fontanelli IIIB

Istituto Comprensivo MM Boiardo

 

Un telefono, dei cavi elettrici e un agente di viaggio annoiata possono cambiare il destino di un detenuto che sogna di viaggiare? Forse non sarà solo un sogno quando il detenuto, una mattina, viene chiamato a colloquio con una giovane signora che gli porge qualcosa…

L’attore presente nel film è perfetto per il suo ruolo, la colonna sonora accompagna bene le scene e il montaggio è ottimale. Questo cortometraggio mi è piaciuto perché il finale è stupefacente e perché due persone con lo stesso desiderio e con solo un telefono possono volare in qualunque parte del mondo sulle ali dell’immaginazione.

EMILY MUST WAIT
Recensione a cura di Ilenia Francia IIID
Scuola Secondaria A. Vallisneri

 

In Europa scoppia il caos e la giovane Emily deve sopravvivere sola nel suo appartamento nella speranza che il suo amato la venga a prendere.
Lei resiste nonostante le insicurezze e l’avviso di abbandonare la zona. La speranza è l’ultima a morire, ma Emily riuscirà ad aspettare il suo amato? 

La telecamera è fissa al soffitto dell’appartamento e questo aiuta a capire cosa sta succedendo. Trasmette sentimenti strani: un po’ insicuri ed un po’ deprimenti, ma questo non mi ha impedito di votare
10 questo cortometraggio. Gli effetti speciali sono eseguiti a regola d’arte e… cosa dire se non fantastico?

EMILY MUST WAIT
Recensione a cura di Emma Waku III D
Istituto Comprensivo MM Boiardo

 

 

Una ragazza, il suo fidanzato, una promessa. Quella promessa fatta in un momento in cui il caos regna e influenza la vita di tutti. Non solo la situazione caotica e violenta di quel periodo porta a dei cambiamenti nella vita di Emily, la protagonista, ma anche la parola data al fidanzato.  Infatti, da uno stato di tensione e speranza si passa
ad un altro di ansia, terrore e continua impazienza.

Questo corto mi è piaciuto molto, perché la scelta del regista, C. Wittmoser, di riprendere la scena dall’alto, mi fa pensare ad un teatro di marionette, con qualcuno che dall’alto dirige e controlla tutti noi nel presente, ma ci ha controllato nel passato e ci controllerà nel futuro.

Anche quest’anno siamo molto contenti per la partecipazione e l’entusiasmo dei ragazzi che abbiamo accompagnato in questo percorso di formazione!

Qui il video-racconto delle giornate di lezione in classe

Non è l'Ennesima Giornata di Scuola – 2018

L'edizione 2018 del progetto "Non è l'Ennesima Giornata di Scuola" ha coinvolto quasi 500 studenti, 20 classi di 8 Istituti dei Comune di Fiorano Modenese, Comune di Sassuolo, Comune Di Scandiano e Città di Maranello.Al termine del corso di #educazione all'#immagine gli studenti hanno assegnato l'#EnnesimaMenzione Giovani a Second To None di Vincent Gallagher e partecipato al Premio per la #MigliorRecensione che ha visto premiati ben 12 studenti con buoni acquisti, buoni libro e buoni di ingresso al cinema! Qui il racconto delle 4 giornate conclusive del corso! 🇬🇧 2018 edition of Ennesimo School project "Non è l'Ennesima Giornata di Scuola" involved almost 500 students, 20 classes of 8 Institutes of the municipalities of Fiorano Modenese, Sassuolo, Scandiano and Maranello.At the end of the image #education classes students assigned the #Ennesimo Youth Mention to Second A None by Vincent Gallagher and participated in the Award for #BestCritique. 12 pupils were awarded with coupons, book vouchers and free entry to the cinema!Here the story of the 4 projection days!

Pubblicato da Ennesimo Film Festival su Giovedì 31 maggio 2018

Non è l’Ennesima Giornata di Scuola è un progetto realizzato da Ennesimo Film Festival grazie al supporto e al contributo dei comuni di Fiorano Modenese, Sassuolo, Scandiano e il patrocinio del Comune di Maranello. E grazie agli sponsor di progetto BPER Banca, CIR Food, Apple Promotion,  Coop Alleanza 3.0, TIR Danza, Libreria Incontri, Auditorio di Enzo Ferrari e Assicoop agente UnipolSai.