Struggente ritratto della fragilità della vita, del pudore familiare e dell’eternità dell’amore vero. Seppur mastodontico, alterna momenti drammatici a trovate visive di rara e suggestiva bellezza: d’altra parte, Haneke è pur sempre Haneke.

RSVP: “71 frammenti di una cronologia del caso”, “Una sconfinata giovinezza”.

Voto: 8,5.

Related